abbronzatura

Avere una bella abbronzatura vuol dire avere eseguito dei passaggi fondamentali affinché la pelle abbia potuto accelerare la formazione di quell’aspetto dorato che la rende luminosa. Quali sono gli errori che rallentano l’abbronzatura? Scopriamoli insieme!

Non fare la doccia

E’ consigliabile fare una doccia dopo il bagno in mare con acqua dolce per togliere il sale dalla pelle e favorire l’abbronzatura. Infatti, i cristalli di sale contenuti nell’acqua di mare favoriscono la disidratazione e sono spesso la causa della secchezza della pelle.

Bassa protezione solare

L’efficacia della crema protettiva spesso viene diminuita dalla sabbia e dal sudore. Inoltre, è importante ricordare che l’abbronzatura è più veloce se il grado di protezione della crema è più alto e non il contrario. La pelle deve essere ben protetta e un basso grado di protezione la rende più sensibile e più esposta alle infiammazioni.

Non mettere lo scrub

Fare uno scrub leggero una volta alla settimana accelera l’abbronzatura e la rende più veloce e omogenea. Lo scrub va fatto alla sera e mai prima dell’esposizione e pare sia efficace per eliminare le cellule morte e lasciare la pelle morbida e vellutata.

Non utilizzare il doposole

Dopo l’esposizione al sole la pella ha bisogno di essere idratata, in modo da mantenere l’abbronzatura e non esporla al rischio di desquamazione. Il doposole è quindi necessario per idratare bene la pelle, l’importante è evitare quelli troppo profumati.

Ceretta

La ricrescita dei peli porta inevitabilmente a volerli togliere già dopo qualche settimana di mare. Non usare la ceretta perché risulta troppo aggressiva e rischia di togliere del tutto l’abbronzatura. E’ invece preferibile utilizzare il rasoio sotto la doccia la sera, così da far riposare la pelle durante la notte. Il rasoio si presenta meno aggressivo e agisce sulla parte superficiale della pelle mantenendo inalterata l’abbronzatura.