come rassodare il seno

La perdita di elasticità del seno è uno degli inconvenienti con cui le donne hanno a che fare dopo una perdita di peso, la gravidanza ma anche con l’avanzare dell’età. Per rassodare il seno ecco alcune piccole manovre che possono aiutare a conseguire importanti risultati!

Come rassodare il seno: massaggi con burro di karitè e oli essenziali

Sinonimo di femminilità e seduzione, il seno è una parte del corpo da curare e da riempire di attenzioni per garantire un aspetto fisico perfetto. Poiché è sostenuto solo dai muscoli pettorali, facendo gli esercizi giusti e i massaggi adeguati si possono conseguire ottimi risultati. Per un massaggio efficace mettere nel palmo della mano una noce di burro di Karitè e aggiungere 5 gocce di olio essenziale rassodante oppure olio essenziale di finocchio e menta. Mettersi in posizione sdraiata e massaggiare lentamente con movimenti circolari dal basso verso l’alto. Il massaggio migliora l’ossigenazione dei tessuti, stimola la circolazione cutanea e mantiene la pelle tonica ed elastica. Se si è in allattamento, è anche possibile eseguire il massaggio quotidianamente senza oli essenziali per mantenere la pelle liscia e morbida.

Come rassodare il seno: massaggi ghiacciati

Ottimo il massaggio ghiacciato, da abbinare al precedente trattamento. Infatti, dopo aver eseguito un massaggio con burro di Karitè e oli essenziali si può abbinare il massaggio con il ghiaccio: per eseguirlo, prendere 2 cubetti di ghiaccio e massaggiare il seno con movimenti circolari sempre dal basso verso l’alto. Basta appena qualche minuto per riprodurre l’effetto lifting che regala questo massaggio, benefico per rassodare il seno. Eseguire anche gli esercizi per i muscoli pettorali per sollevare il seno: incrociare le braccia appoggiando le mani sui bicipiti, spingere 5 volte come per chiudere i gomiti. Alzare le braccia palmo contro palmo all’altezza del seno e spingere con forza 5 volte. Ripetere gli esercizi in serie da 5 e aumentare di volta in volta.