octopus bun

Diventata ben presto la pettinatura trendy dell’estate 2017, l’octopus bun è un’acconciatura che si sta diffondendo sempre più sui social e continua ad attirare sempre più donne per la sua praticità e originalità. In consa consiste l’octopus bun? E come si realizza? Scopriamolo insieme!

L’octopus Bun per essere trendy

Sbarazzina e giovanile, ideale proprio per l’estate e non solo per il mare ma anche per la quotidianità, l’octopus bun è un’acconciatura composta da uno chignon spettinato e da tanti tentacoli che vi girano attorno, proprio come il polpo. Infatti, octopus in inglese vuol dire polpo e il nome quindi fa riferimento ai capelli che emergono dallo chignon c he somigliano a dei piccoli tentacoli. Ideale per chi ha i capelli lunghi e desidera una pettinatura pratica e comoda, che lascia scoperte le spalle ma che non sia importata, l’octopus bun è perfetta per garantire al viso sobrietà ma anche naturalezza e charme. Realizzarla non è affatto difficile, bastano appena pochi minuti e avrai lo chignon perfetto per rappresentare in pieno questa nuova moda chiamata octopus bun!

L’octopus Bun facile da realizzare

La base dell’octopus bun è quella di una semplice coda di cavallo che poi dovrai annodare su sé stessa in una specie di chignon, quindi il bun, lasciando però qualche ciocca che spunta per garantire al viso un’aria sbarazzina. Se temi che possa sciogliersi puoi fissare il bun con qualche forcina, lasciando però un margine di morbidezza per farlo sembrare naturale. Questa acconciatura può rivelarsi diversa da chioma a chioma a seconda della lunghezza dei capelli: infatti, è proprio quella che determina il volume del bun e quindi, se i capelli sono molto lunghi verrà sicuramente voluminoso, ma se i capelli sono di media lunghezza e mossi verrà meno omogeneo e anche meno pieno. L’importante è realizzarlo alto e attorcigliare attorno al bun una ciocca di capelli e via via fuoriuscire le altre