La frangia torna ogni anno e non cede alle mode e alle tendenze, è praticamente intramontabile. Come sceglierla più adatta al proprio viso? Ecco alcuni consigli per non sbagliare e valorizzare le forme e i lineamenti del viso, sia che si tratti di un viso tondo, ovale, triangolare o squadrato. Ad ognuna la sua frangia!

Per far sembrare più sottile un viso ovale o dare una forma più addolcita ad un viso dai tratti squadrati optate per una frangia lunga e pesante, stile anni ’60. Questo tipo è indicato soprattutto per capelli lisci e dritti, anche fini o spessi ed è sconsigliata per i capelli ricci.

Bellissima la frangia pettinata di lato, adatta a ogni forma del viso e che aggiunge al look un tocco sexy e misterioso. Ideale per tutti i tipi di capelli, sia lunghi che corti, è un taglio perfetto da sistemare in modo veloce e basta infilarla dietro l’orecchio e lasciarla asciugare all’aria per essere subito a posto.

Perfetta invece per tutti i volti, la frangia irregolare rende dolce o grintoso il viso, qualsiasi sia la forma. Facilissima da portare, si asciuga con il phon senza beccuccio ed è opportuno lasciarla a metà asciugatura pettinandola liberamente.

Deliziosa la frangia corta, molto sbarazzina e giovanile, ideale per assottigliare un viso tondo e paffutello, e perfetta per dare un effetto più ampio ad una fronte stretta. Facile da tenere in ordine, va bene anche asciugata all’aria.

Molto bella anche la frangia lunga con apertura centrale: i due ciuffi laterali che cadono all’altezza degli occhi sono perfetti per evidenziare gli zigomi. Indicata per i visi ovali o rotondi, è invece sconsigliata nel modo più assoluto per i visi squadrati. Per farla durare a lungo, sistemare i capelli con la piastra. E per finire, la frangia dentelé è un taglio composta da due frange, di cui una è più corta e irregolare, per dare ai capelli un effetto più voluminoso, d’ispirazione francese, che ricorda gli anni’60.

CONDIVIDI