Indubbiamente il seno è la parte del corpo di una donna che esprime sensualità e piace anche tanto agli uomini. A volte però la natura è tanto generosa quanto avara, poiché a molte donne spunta un seno spesso troppo abbondante, che magari mette a disagio, mentre molte donne hanno l’insoddisfazione di avere un seno piccolo e per aumentare taglia ed autostima ricorrono alla chirurgia estetica. Molte però ignorano che si tratta di un’operazione rischiosa e che ci sono soluzioni meno invasive per accettare il proprio corpo così com’è. Ecco 7 buoni motivi per non rifarsi il seno.

7 motivi per non rifarsi il seno

1. Occorre recarsi periodicamente dal chirurgo – un intervento chirurgico implica controlli periodici e quindi continue visite dal chirurgo per evitare che insorgano inconvenienti o controindicazioni gravi.

2. Il periodo di recupero è un po’ complesso– Dopo l’intervento per ingrandire il seno, bisogna prendere alcuni accorgimenti per evitare effetti indesiderati. I primi tempi i dolori sono forti e poi, non è possibile usare reggiseni imbottiti e non si deve dormire sulla pancia.

3. Gli uomini riconoscono il seno finto – Gli uomini si accorgono subito se un seno è finto, e in effetti è difficile nasconderlo.

4. Le cicatrici non scompaiono– Si tratta di un vero e proprio intervento e, per inserire il silicone, occorre il bisturi. Le cicatrici sono inevitabili e piuttosto antiestetiche.

5. Si può cadere in un circolo vizioso – Chi prova la chirurgia estetica può essere ossessionato dalla propria bellezza e il rischio di cedere alla tentazione di altri interventi è dietro l’angolo.

6. L’insicurezza non va via– Essere insicure non è un fatto che dipende dal seno più o meno grosso: se una persona è insicura, lo sarà ugualmente dopo l’intervento.

7.Molti vorranno toccarlo– Avete idea dell’imbarazzo che si può provare quando qualcuno riconosce il seno finto e dice: posso toccarlo?

CONDIVIDI