I capelli risentono molto anche dello smog che li attacca e li danneggia, riducendoli spenti e opachi, privi di luce. Cosa succede ai capelli con lo smog? L’inquinamento agisce sulla nostra chioma rendendo il capello più piatto, privandolo di volume e morbidezza, facendolo diventare più pesante. La chioma si sporca facilmente e perde lucentezza: l’effetto dello smog sui capelli è immediato e basta appena una giornata con un grado più elevato di smog che il capello appare già diverso.

Come proteggere i capelli dallo smog

Lo smog agisce sui capelli facendoli apparire stressati, alterandone anche l’estetica e compromettendone la salute. Infatti, il fusto del capello cattura l’inquinamento e porta i capelli a spezzarsi facilmente. Inoltre, le polveri sottili possono avere conseguenze anche sul cuoio capelluto, irritandolo e causando anche la caduta dei capelli. L’inquinamento è più pericoloso soprattutto in quei giorni dove è presente anche nebbia e pioggia, poiché penetra più facilmente nel capello. Proteggere i capelli però è possibile: infatti, in questi giorni particolari si può indossare un capellino, o magari foulard, bandane, cappelli e fasce per capelli. Proteggerli alzandoli è anche un ottimo rimedio per impedire all’inquinamento di infiltrarsi.

Come lavare i capelli per una chioma perfetta

Non è affatto vero che lavare spesso i capelli li danneggia. Infatti, proprio in presenza di inquinamento, in cui lo smog è presente con un’alta percentuale, la soluzione migliore è quella di lavare più spesso i capelli. Ad esempio, si può fare lo shampoo a giorni alterni per alleggerire il capello e liberarlo dalle polveri sottili. Scegliere dunque uno shampoo non aggressivo, e prima di asciugare i capelli tamponali con un asciugamano in microfibra. Per evitare di seccarli, utilizzare l’aria tiepida del phon con il diffusore. In questo modo, i capelli non si danneggiano e l’inquinamento non arriva affatto a rovinarli!

CONDIVIDI