Le regole del trucco perfetto indicano che la cipria va messa dopo il fondotinta in quanto è ideale, grazie alla sua consistenza polverosa, per fissarlo e dare al viso una base setosa ma opaca, pronta per ricevere il fard. Eppure, vi sono dei casi in cui va prima del fondotinta e anche se questo sembra assurdo è invece fattibile e accertato per un semplice motivo: non tutte le ciprie sono uguali e le diverse formulazioni consentono di rivoluzionare quella che finora è stata una regola ferrea. Inoltre, mettere la cipria prima del fondotinta consente di camuffare alcuni inestetismi e di far durare la base viso più a lungo.

Alcune ciprie hanno una formulazione diversa

E’ accertato che le ciprie non sono tutte uguali, sia per la granulometria sia perché sono formulate con ingredienti differenti. Lo dimostrano ad esempio le ciprie a base di ossido di zinco, tra le più utilizzate perché messe sotto il fondotinta consentono di ottenere un effetto coprente maggiore che al contrario. La possibilità di camuffare più facilmente le imperfezioni con questo scambio tra cipria e fondotinta è un risultato che rivoluziona quello che fino adesso è stato un passaggio rigorosamente da rispettare. Inoltre, la cipria messa sotto il fondotinta consente di minimizzare pori e segni di espressione, un risultato straordinario che non si ottiene mettendo le due basi al contrario in quanto la cipria sopra il fondotinta va a fermare il primo asciugando con la polvere e evidenziando i segni.

Cipria sotto fondotinta base dura un’intera giornata

Un altro risultato incredibile della cipria applicata sotto al fondotinta è quello di far durare la base viso intatta per una giornata intera. Inoltre, elimina la pelle lucida e lascia la pelle liscia e perfettamente naturale. Ideale anche per chi ha la pelle secca in alcune parti del viso, questo metodo permette di renderla morbida e vellutata.

CONDIVIDI