D’estate l’acqua profumata si presenta come l’alternativa ideale per lasciare un odore piacevole senza appesantire. Leggera e fresca, è meno intensa del profumo che talvolta può anche fare cattivo odore con il caldo e non macchia i vestiti. Vediamo da cosa sono composte le acque profumate per il corpo e come usarle.

Acque profumate per il corpo: come sono composte

Fresche e delicate, hanno una formulazione molto leggera: infatti, sono un composto di acqua distillata e gocce di essenza profumata, ma talvolta possono contenere anche alcol in minima parte. Ha una minore durata del profumo ma può essere spruzzata più volte durante il giorno, anche se è doveroso ricordare che non si deve spruzzare in quantità eccessive perché potrebbe provocare irritazioni alla pelle. Quando si spruzzano le acque profumate si deve fare attenzione ad evitare gli occhi per non causare bruciore.  Esistono diversi tipi di acque profumate e la scelta va fatta a seconda delle esigenze e in base al tipo di pelle.

Acque profumate per il corpo: tipologie diverse

Ottima l’acqua profumata al limone o alla lavanda per chi ha la pelle grassa: i due elementi aiutano a regolare la produzione di sebo e a mantenere la pelle detersa. Invece, le acque profumate alla camomilla, ai fiori d’arancio e alle rose sono ideali per chi ha la pelle secca o screpolata: queste acqua sono calmanti e lenitive e contribuiscono a rendere la pelle più liscia e senza imperfezioni. Le acque profumate alla salvia e al rosmarino sono molto utili per tonificare la pelle e renderla compatta. Per preparare un’acqua profumata fai da te ecco una ricetta facile: occorrono 35 ml di acqua distillata, 5 ml di vodka liscia, 5 o 10 gocce di olio essenziale preferito. Far riposare gli oli essenziali con la vodka per una notte e poi metterlo in un contenitore con erogatore con l’acqua distillata.

CONDIVIDI