Ideale per le pelli secche, la farina d’avena è un prodotto naturale largamente utilizzato nella cosmesi come trattamento di bellezza. L’avena è un cereale appartenente alla famiglia delle graminacee, è ricco di proteine e vitamina B1 ed è molto utile per restituire alla pelle la naturale morbidezza e idratazione. Ecco alcuni consigli per usare la farina d’avena per pelli secche.

L’avena per pelli secche: tutti i suoi benefici

Ricca di sostanze dette polisaccaridi che aiutano a formare uno strato protettivo sulla pelle per mantenerla umida, l’avena contiene anche grassi buoni che nutrono le cellule della pelle secca e ne aumentano la vitalità. La pelle così si rafforza e viene protetta dalle aggressioni esterne. Inoltre, l’avena contiene anche le saponine che esfoliano delicatamente le cellule morte presenti sulla superficie della pelle e la rende liscia e levigata. Con l’avena la pelle ruvida va via e anche le pellicine scompaiono. Inoltre, le sue proprietà anti-infiammatorie proteggono la pelle dai dall’esposizione solare.

L’avena per pelli secche: mantiene la pelle liscia e morbida

Efficace anche per i punti neri, l’avena è una valida alleata di bellezza per mantenere la pelle liscia e morbida. Una ricetta da preparare in casa prevede l’utilizzo di 3 cucchiai di farina d’avena da mescolare con un cucchiaio di acqua e uno di latte intero: la pastella ottenuta va applicata sul viso e massaggiata per qualche minuto, e va tolta con un dischetto di cotone dopo averla fatta seccare del tutto. Infine si sciacqua con acqua tiepida e il risultato è una pelle perfettamente levigata. Ottima anche per dare sollievo alle mani screpolate, una ricetta particolarmente efficace è quella ottenuta mescolando un cucchiaio di farina d’avena, uno di sale e un bicchiere di latte intero in una bacinella d’acqua calda. Per rendere morbide le mani basta immergerle per circa dieci minuti e saranno come rinate.

CONDIVIDI