Se volete uno sguardo profondo e ammaliante il kajal è quello che fa per voi. Questo cosmetico antico e ancora largamente utilizzato per il trucco è ideale per rendere lo sguardo più sexy e dare agli occhi un effetto accattivante. Ecco come usarlo!

Kajal, ecco come usarlo per far risaltare gli occhi

A prima simile alla matita per gli occhi, il kajal ha invece un tratto più fino e più scorrevole e può essere considerato a ragione una via di mezzo tra eyeliner e matita per occhi. Ideale per un trucco professionale, la sua pasta densa è composta da elementi base come galena, malachite e antimonio e da elementi variabili come il grasso vegetale. Generalmente disponibile nei colori nero o grigio, oggi è comunque presente in altre varianti colorate e la sua consistenza pastosa lo rende più facile da applicare rispetto all’eyeliner che si presenta sotto forma liquida ma meno rigido della matita per occhi i cui tratti sono più marcati ed è meno facile da sfumare.

Kajal, come usarlo per ottenere uno sguardo intenso e profondo

Per evitare di fare sbavare il kajal bisogna fare molta attenzione ed è necessario seguire alcuni accorgimenti per realizzare un trucco da professioniste. Per cominciare, il kajal deve essere applicato sulla parte inferiore della palpebra superiore e sulla palpebra inferiore, proprio all’attaccatura delle ciglia. Per ottenere un buon risultato è necessario ripetere l’operazione più volte, mentre non è consigliabile applicarlo in questo modo sulla parte più esterna delle palpebre, in quanto potrebbe sbavare ancora più facilmente e produrre tratti meno precisi. Per decorare l’esterno delle palpebre è consigliabile usare il pennello: inumidire leggermente la punta, prendere un po’ di kajal e applicarlo in maniera uniforme all’interno e all’esterno delle palpebre. Potete applicarlo con un’unica linea partendo dal naso verso l’orecchio, per avere un risultato più definito e ridurre il rischio di sbavature.

CONDIVIDI