Un trucco perfetto richiede non solo l’utilizzo di ombretti e rossetti adeguati, ma anche un blush adatto al proprio viso e al proprio tipo di pelle. Un vero problema da affrontare, soprattutto quando non si è esperte, ma con alcuni consigli e regole da seguire è possibile individuare la tonalità di blush adatta al proprio viso e realizzare un make up perfetto! Ecco come fare.

Come scegliere la tonalità di blush per il vostro viso: texture e finish ideali

La scelta del blush è fondamentale per valorizzare la naturale bellezza dell’incarnato e donare luminosità al viso. Nella scelta di un blush dovete tenere in considerazione diversi fattori, tra cui la texture e il finish. La texture indica la composizione del prodotto, ovvero se è in polvere o in crema e per regolarvi sulla scelta dovete considerare che tipo di pelle avete sulle guance. Se avete la pelle normale o secca scegliete indifferentemente tra blush in polvere o in crema, se avete la pelle grassa scartate i blush in crema che potrebbero sciogliersi con l’eccesso di sebo. Il finish invece determina la finitura del blush, che può essere opaca o brillante: se avete libera da imperfezioni qualsiasi finish andrà bene, mentre, se vi sono imperfezioni è meglio optare per il blush opaco che minimizza gli inestetismi.

Come scegliere la tonalità di blush per il vostro viso: colore ideale

Un altro fattore importante da tenere in considerazione nella scelta del blush più adatto per il vostro viso è il colore. Questo è da abbinare al resto del make up, quindi, se avete scelto toni caldi, scegliete un blush dalla tonalità calda. Se invece avete optato per un make up freddo anche la tonalità del blush dovrà essere fredda. Per i toni neutri potete scegliere qualsiasi colore di blush, ma in ogni caso non dimenticate di adattare il colore del blush alla vostra carnagione.

CONDIVIDI