Quando ci mettiamo davanti allo specchio per truccarci, spesso ci troviamo di fronte a tanti prodotti diversi: primer e creme, fondotinta e cipria, mascara e ombretti, correttore e rossetti… e allora il problema principale diventa proprio decidere in che ordine applicare i prodotti!

Se a volte è facile decidere di truccare prima gli occhi o le labbra (quando ad esempio vogliamo realizzare un make-up molto elaborato e abbiamo paura di sporcarci, o vogliamo prenderci tutto il tempo che serve per realizzarlo), resta sempre il dubbio amletico: prima il correttore, o prima il fondotinta? Dopotutto, realizzare una base perfetta è il primo passo per ottenere un make-up perfetto!

Esistono diverse scuole di pensiero a riguardo, per cui scopriamole insieme!

Correttore: dipende tutto dalle esigenze della pelle…

Effettivamente, non si possono dare regole generali per una questione così delicata. Ognuna di noi è diversa, e ha quindi esigenze diverse.

Una persona con occhiaie o macchie molto pronunciate, infatti, vorrà un effetto finale di alta coprenza, e preferirà quindi stendere prima il correttore (o meglio, i correttori: aranciato per le occhiaie, verde per i rossori, giallo per dare luminosità all’incarnato), in modo da eliminare il più possibile le discromie più evidenti; solo in un secondo momento si stenderà il fondotinta, per dare uniformità all’effetto finale. In questo modo, i due prodotti si rinforzeranno a vicenda, e permetteranno di raggiungere una coprenza perfetta dei difetti dell’incarnato.

Chi invece ha la fortuna di avere una pelle più omogenea nel colorito, non avrà bisogno di nascondere difetti troppo marcati, e potrà quindi applicare prima il fondotinta, che armonizzerà tutta la pelle del viso, e solo dopo dovrà applicare una piccola quantità di correttore per coprire le ultime imperfezioni. In questo modo, tra l’altro, si possono evitare sprechi e stratificazioni troppo pesanti dei vari prodotti, per un effetto finale naturale (ed economico!).

… e dalla tipologia dei prodotti!

In realtà, oltre alle specifiche esigenze del nostro incarnato, c’è un altro elemento da prendere in considerazione quando dobbiamo scegliere se iniziare dal fondotinta o dal correttore: quale tipo di formulazione usiamo? Liquida, compatta o in polvere?

Se usiamo per primo un correttore liquido, e poi stendiamo il fondotinta, rischiamo di trascinare il prodotto in giro per tutta la faccia, quando invece una delle prime regole per usare correttamente il correttore è di applicarne piccole quantità esclusivamente nelle zone “problematiche”. In caso di prodotti liquidi, perciò, è bene usare prima il fondotinta, lasciarlo asciugare per avere un’idea dell’effetto finale, e poi picchiettare dolcemente il correttore sulle occhiaie o sui rossori da coprire.

Se invece preferiamo i prodotti in polvere (che può essere libera o compatta), è bene applicare prima il correttore, perché altrimenti si rischia di dare al make up un aspetto troppo pesante e “polveroso”. Inoltre, i colori che stendiamo potrebbero “sommarsi” tra di loro, e risultare quindi troppo scuri.

Insomma, è chiaro che non esiste un metodo che funziona per tutte: dobbiamo tenere conto di tante cose prima di scegliere in che ordine applicare i prodotti, e soprattutto dobbiamo fare tanta pratica per riuscire a ottenere il risultato perfetto per noi!

CONDIVIDI