Non bisognerebbe mai sottovalutare il potere dell’attività fisica e dei benefici della camminata, non solo sul nostro corpo, ma anche sulla nostra mente. E se l’idea di chiudersi in palestra tra pesi e tapis roulant ci sembra claustrofobica e poco adatta a noi, l’attività all’aria aperta è una soluzione perfetta per rimetterci in forma e migliorare il nostro umore.

La corsa è forse il tipo di attività che ci viene subito in mente se pensiamo ad uno sport all’aria aperta. Ma recenti studi hanno dimostrato che si ricavano benefici equivalenti, se non addirittura superiori, con una semplice camminata a passo veloce. Scopriamoli insieme!

Benefici della camminata: quanto tempo impiegare

Innanzitutto, com’è ovvio, camminare per un’ora al giorno fa bruciare circa 200 calorie: questo, unito ad un’alimentazione corretta, permette di mantenersi in forma e anche di perdere peso, se avremo la costanza di camminare almeno tre o quattro volte alla settimana. In più, è un tipo di attività che tonifica i glutei e le gambe, una parte del corpo che spessissimo le donne desiderano allenare e rendere più asciutta e tonica.

Benefici della camminata: effetti positivi al cuore

Camminare è anche di grande aiuto per il cuore: l’aumento di ritmo delle pulsazioni cardiache e della circolazione del sangue, infatti, è un toccasana per il sistema circolatorio e soprattutto per le arterie, che con l’esercizio diventano più elastiche, riuscendo a pompare sangue senza creare ostruzioni. Camminare, insomma, aiuta anche a prevenire il rischio di infarto.

Benefici della camminata: prevenire è meglio di curare

La camminata veloce, migliorando il metabolismo e stimolando la produzione di insulina, è anche un ottimo sistema per prevenire (o quantomeno ridurre i rischi) l’insorgenza del diabete di tipo 2, tipico dell’età matura. Anche l’osteoporosi, malanno tipico delle donne mature, è prevenibile se il nostro sistema osseo viene allenato e stimolato da una bella passeggiata quotidiana.

Infine, anche il sistema digerente ricava beneficio dalla camminata veloce, perché essa migliora il transito intestinale e permette al nostro organismo di depurarsi meglio e di ottimizzare la digestione, combattendo la stitichezza.

Benefici della camminata: la felicità

Ma non è solo il nostro corpo a poter ritrovare il benessere grazie agli effetti positivi di una bella passeggiata a passo veloce! Anche l’umore ne trae un sacco di benefici, ed è stato dimostrato che camminare nella natura aiuta la creatività, perché ci espone a stimoli sempre nuovi. Inoltre, la produttività di una persona che ha appena camminato per circa mezz’ora sembra essere maggiore di qualcuno che non si è mosso dalla sedia per un bel po’ di tempo. Infine, sembrerebbe che anche la depressione, o più in generale la tristezza e il cattivo umore, possano essere combattuti da una bella passeggiata.

Insomma, camminare è un gesto semplicissimo, che non richiede allenamento o istruzioni particolari, e che possiamo compiere armandoci semplicemente di un paio di scarpe adeguate (questo elemento è importantissimo per evitare tendiniti e fastidi alle articolazioni); ci permette di migliorare sensibilmente l’umore e il tono muscolare, con tanti vantaggi anche per il cuore e le ossa; in più, se la camminata la facciamo in compagnia, è un buon modo per divertirsi insieme, e magari scoprire qualche angolo della città particolarmente suggestivo, o una bella zona in campagna dove muoversi in mezzo alla natura!

CONDIVIDI