Ceretta araba fai da te, come si fa –  Quando si tratta di depilazione, la prima tecnica che probabilmente ci viene in mente è la ceretta, con tutta  l’ansia e il dolore da strappo del caso. Se nei secoli siamo state in grado di scoprire metodi meno dolorosi come il rasoio, o addirittura permanenti come la luce pulsata, è anche vero che la tecnica della ceretta araba è antichissima, e promette numerosi vantaggi, tra cui un dolore molto minore, l’uso di ingredienti totalmente naturali e la possibilità di riprodurla in casa propria, con un bel risparmio sulle spese dall’estetista! Vediamo ora nel dettaglio di cosa stiamo parlando.

La ceretta araba fai da te, o sugaring, prevede l’uso di zucchero, che va a rimuovere i peli alla radice senza attaccare direttamente la pelle. Si tratta di un procedimento delicato, quindi adatto anche a chi soffre di capillari deboli e di ipersensibilità, che può essere applicato in ogni zona del corpo e che, soprattutto, può essere ripetuto molto più spesso della ceretta “tradizionale” – per la quale di solito si attendono diverse settimane prima che la ricrescita, così antiestetica, consenta di poter di nuovo strappare via i peli.

Molte persone usano lo sugaring soprattutto sul viso, proprio perché è una tecnica quasi indolore; inoltre, la presenza nella ricetta di miele e limone garantisce un effetto finale morbido e idratante davvero bello. Per di più, la delicatezza dello strappo limita il rischio di irritazioni e dell’insorgenza di peli incarniti; e dato che la temperatura della cera è di circa 35°, molto vicina a quella del corpo, vengono ridotti anche i rischi per chi soffre di vene varicose.

Gli ingredienti, come già detto, sono tutti naturali e facilmente reperibili: acqua, zucchero, succo di limone e miele. Ovviamente esistono preparati già pronti che si possono acquistare online o nei negozi più riforniti, ma la maggior parte delle persone preferisce preparare in casa la propria ceretta araba fai da te; in questo caso, però, bisogna fare un po’ di pratica prima di raggiungere la consistenza più adatta allo scopo.

La ricetta più diffusa prevede un bicchiere di zucchero, il succo di mezzo limone, un bicchiere scarso di acqua e un cucchiaio di sale; altrimenti si può aggiungere un cucchiaino di miele, un antibatterico naturale dalle proprietà idratanti. Dopo aver mescolato gli ingredienti, si pone il tegame su fuoco medio-alto fino all’ebollizione; infine, quando lo zucchero si è sciolto (di solito dopo una decina di minuti), la pasta va lasciata raffreddare. Quando diventa facilmente modellabile, è pronta per l’applicazione.

Prima di applicarla, sarà bene passare un velo di borotalco sulla pelle; dopodiché, la cera va stesa in uno strato spesso, lasciata in posa per qualche secondo e strappata via con l’aiuto di un pezzo di stoffa in cotone. Visto che il movimento è “rotatorio”, un po’ diverso da quello di una ceretta classica, è meglio provare prima a far applicare la ceretta araba fai da te in un centro specializzato, in modo da apprendere i trucchi del mestiere da una persona esperta. Infine, i residui di zucchero possono essere rimossi con un sapone delicato, e la pelle, finalmente morbida e liscia, va idratata con la crema (e assolutamente non esposta al sole per qualche ora!).

 

CONDIVIDI