Gli occhi all’insù sono quegli occhi che presentano gli angoli esterni leggermente più in alto rispetto ad una linea immaginaria che unisce tra loro le pupille. Sono detti anche “occhi a farfalla”, e sono probabilmente i più invidiati: infatti, più o meno inconsciamente, tutte noi quando ci trucchiamo tendiamo a usare delle tecniche e dei prodotti che diano ai nostri occhi un “effetto lifting”… ma chi ha gli occhi all’insù quasi non ne avrebbe bisogno!

Occhi all’insù: per alcune da nascondere

Naturalmente non tutte le ragazze con gli occhi all’insù desiderano necessariamente realizzare un trucco che esalti ancora di più questa loro caratteristica, soprattutto perché se si esagera si rischia di ottenere un risultato finale troppo “tirato” ed artefatto; per di più, addirittura alcune ragazze potrebbero voler mascherare questa forma dell’occhio, specialmente se hanno il viso un po’ allungato, nel truccare il quale bisogna sempre fare attenzione a truccare gli occhi seguendo linee orizzontali e non verticali. In questo caso, allora, si dovrà concentrare una linea di matita scura nella rima ciliare esterna inferiore, sfumarla per bene con un ombretto dello stesso colore, e far arrivare il prodotto un po’ oltre l’angolo esterno dell’occhio, procedendo di qualche millimetro in orizzontale invece che seguendo la forma naturale dell’occhio. Questa sfumatura andrà congiunta a quella della palpebra superiore; per finire, un ombretto di una tonalità leggermente più chiara andrà applicato vicino alla radice del naso, all’angolo interno dell’occhio, per farlo sembrare più alto di quanto non sia e correggere otticamente l’orientamento all’insù dell’intero occhio.

Occhi all’insù: per altre da esaltare

Se invece la forma all’insù vi piace, e desiderate esaltarla e renderla protagonista del vostro make up, le cose cambiano. Innanzitutto, le sopracciglia: la forma ideale è quella ad ala di gabbiano, come quelle della celebre Audrey Hepburn, ma andrà benissimo anche una forma leggermente inclinata e non inarcuata, che accentui l’andamento all’insù dell’occhio.

Passando al trucco occhi vero e proprio, è consigliabile evidenziare con una riga di eyeliner o matita la zona del dotto lacrimale, e in generale mantenerla di uno spessore costante per tutta la lunghezza della rima ciliare superiore; la codina dell’eyeliner sarà breve e sottile, perché non c’è bisogno di accentuarla ulteriormente nel caso di occhi all’insù. Nel caso si volesse realizzare uno smokey eyes, il segreto è mantenere piuttosto luminosa la zona della palpebra inferiore, e invece stendere il colore più scuro lungo tutta la palpebra superiore. L’unica parte da lasciare “struccata” o quasi, insomma, è la porzione di palpebra inferiore più vicina al dotto lacrimale.

Se invece si vuole realizzare un trucco più leggero, adatto al giorno e alle occasioni meno formali, il consiglio è quello di applicare un colore chiaro, anche a finish shimmer, nella zona del dotto lacrimale, della palpebra sia inferiore sia superiore, e andare a definire l’estremità esterna dell’occhio con una sottile riga di eyeliner, o con una matita ben appuntita.

In caso l’occhio abbia una forma molto affusolata, lo si può ingrandire otticamente indossando una matita color burro (dal sottotono giallo o rosa a seconda di quello caldo o freddo della nostra pelle) nella rima interna, ma anche nella rima esterna più vicina al dotto lacrimale.

Infine, il mascara: è l’alleato in più per esaltare la forma all’insù degli occhi. Basterà applicarlo in due o tre passate, concentrandosi soprattutto nella parte esterna dell’occhio e sulle punte delle ciglia, per avere degli occhi da vera farfalla!

CONDIVIDI