La distanza perfetta tra gli occhi dovrebbe corrispondere alla dimensione di un occhio; quando invece la distanza tra gli occhi è maggiore, essi vengono definiti occhi lontani. Si tratta di un difetto che può essere anche impercettibile, ma che spesso si desidera mascherare per riuscire a dare a tutto il volto un aspetto più armonico ed equilibrato.

Il make up può intervenire in nostro aiuto se abbiamo gli occhi lontani, perché giocando con tonalità chiare e scure può creare delle correzioni ottiche a questo difetto: infatti i colori chiari evidenziano i punti in cui sono applicati, mentre i colori scuri fanno sembrare i punti in cui sono applicati più vicini tra di loro.

Occhi lontani: le sopracciglia

Il primo step riguarda sicuramente le sopracciglia: bisogna curarle sempre e dare loro una forma ben definita, facendo magari attenzione a scurire leggermente la parte più vicina all’attaccatura del naso, per incorniciare al meglio gli occhi.

Un esempio pratico di applicazione degli ombretti per occhi lontani può essere questa: si comincia con un lieve cut crease della palpebra, ossia disegnando una linea di matita morbida lungo la piega palpebrale e sfumandola bene per evitare un effetto troppo grafico e preciso; la matita può essere sia nera, sia grigia, sia marrone, a seconda della nostra carnagione, del colore dei nostri occhi e dell’effetto finale che intendiamo raggiungere (il nero, essendo più scuro e netto, è forse più adeguato per un look più intenso, da sera). Prendiamo poi un ombretto dello stesso colore e, utilizzando un pennello apposito a setole morbide e ampie, sfumiamolo al di sopra della linea creata con la matita, facendo però attenzione a spandere il colore non solo nell’angolo esterno dell’occhio, ma soprattutto nella zona vicina alla radice del naso, dal dotto lacrimale fino all’attaccatura delle sopracciglia. L’arcata sopracciliare andrà evidenziata con un illuminante o un ombretto chiaro, anche shimmer se si desidera dare più luce e intensità; un colore altrettanto luminoso andrà applicato al centro della palpebra, nelle zone lasciate libere dalla sfumatura del colore più scuro.

Occhi lontani: il contorno

L’occhio andrà poi contornato con una sottile riga di eyeliner, e anche la rima interna inferiore andrà colorata (alle matite tradizionali, preferiremo quelle waterproof, oppure un kayal o un eyeliner in gel, perché sono tutti prodotti che permetteranno al colore di resistere alla lacrimazione naturale dell’occhio e a non sciogliersi durante la giornata; in aggiunta, si può fissare il colore con un ombretto scuro, tamponato sulla linea di matita con un pennellino a setole corte). Il mascara completerà poi il look, aiutando le nostre ciglia ad incorniciare l’occhio e a dare profondità allo sguardo.

Occhi lontani: una facile soluzione

Se si ha poco tempo o poca abilità, e quindi la soluzione di sfumare ombretti con i pennelli non è applicabile, si può scegliere una soluzione più rapida e semplice con l’aiuto di una riga di matita, che potrà anche essere piuttosto doppia se l’ampiezza della nostra palpebra mobile ce lo consente. Un accorgimento da avere sempre, infine, è quello di posizionare strategicamente i punti luce: mentre normalmente essi vengono collocati nell’angolo interno dell’occhio, in caso di occhi lontani bisogna assolutamente evitarlo, perché ciò accentuerebbe ancor di più il difetto, facendo sembrare gli occhi ancora più lontani.

CONDIVIDI