Gli occhi vicini sono definiti così quando la loro distanza risulta inferiore alla loro lunghezza. Si tratta di un difetto che rischia di compromettere occhi altrimenti bellissimi e molto espressivi, ma come sempre il make up si dimostra il miglior amico delle donne e corre in nostro aiuto. Con una serie di piccoli trucchi e accorgimenti, infatti, sarà possibile mascherare la scarsa distanza tra gli occhi e ottenere uno sguardo espressivo e magnetico.

Occhi vicini: le sopracciglia

Il primo passaggio che consigliamo riguarda le sopracciglia: sfoltendo un po’ la parte più vicina al naso, e contemporaneamente disegnando qualche tratto in più nella parte finale, infatti, si otterrà subito una prima correzione ottica del difetto. Visto che le sopracciglia sono molto delicate, e non sempre si riesce a rimediare ad eventuali errori compiuti con le pinzette, prima di procedere a sfoltire si può provare a prevedere l’effetto finale applicando un po’ di correttore nelle zone interessate.

Occhi vicini: mix di colori chiari e scuri

Dopo questo primo accorgimento, che comunque possiamo anche saltare se non ci interessa modificare l’assetto delle nostre sopracciglia, passiamo ora al trucco occhi vero e proprio: il segreto sta nel calibrare bene i colori chiari e quelli scuri. I primi, infatti, servono a creare un effetto ottico che allontana tra loro due punti, mentre i secondi creano un effetto ottico che li avvicina. Pertanto, chi ha gli occhi vicini dovrà usare colori chiari nella parte interna degli occhi, e colori scuri all’esterno. Partiamo con colori chiari da applicare su tutta la palpebra, magari un beige, un avorio o un panna, concentrando il colore nella zona più vicina al naso (e applicandolo anche al di sotto dell’arcata sopracciliare, per dare più intensità allo sguardo) per renderla ben luminosa e visibile. A questo punto, è il momento di passare ai colori più scuri: con una matita sfumabile, o un eyeliner liquido se si è più esperte, applichiamo una linea che parte dal centro della palpebra e che si fa sempre più spessa e intensa via via che si avvicina alla fine dell’occhio: in questo modo si donerà all’occhio un’ombreggiatura intensa, che darà profondità allo sguardo. Anche gli ombretti scuri, specie se matte, possono venire in nostro aiuto: basterà applicarli nella parte finale dell’occhio, seguendone la forma a v rovesciata, e sfumando accuratamente per evitare un effetto grafico troppo intenso, più adatto alle sfilate che alla vita di tutti i giorni.

Occhi vicini: cosa evitare

Per le amanti della matita scura nella rima interna, brutte notizie: dare troppa definizione e in generale applicare un prodotto troppo scuro sulla parte dell’occhio più vicina al naso è assolutamente controproducente, come sarà chiaro riflettendo sul discorso che facevamo poco sopra sui colori scuri e i colori chiari;  proprio per questo, un prodotto che può aiutarci è la matita color burro, che applicata nella rima interna dell’occhio aiuta a ingrandirlo otticamente e, nella parte più vicina al naso, a farlo sembrare più distante. Se però non si vuole rinunciare alla classica matita nera nella rima inferiore, sarà meglio concentrarla solo nella parte esterna dell’occhio, lasciando nuda la rima più vicina al naso, in modo da aiutare i nostri occhi a sembrare meno ravvicinati.

CONDIVIDI