Errori dieta più comuni – Con l’avvicinarsi della bella stagione, delle giornate di mare, dei vestiti corti, magari di qualche cerimonia importante in cui desideriamo mostrarci al meglio di noi stesse, ogni anno noi donne cominciamo un stagione di rinunce più o meno importanti e intraprendiamo una dieta dimagrante, con l’obiettivo di tornare in forma il prima possibile. Questo non solo perché di solito ci accorgiamo di voler dimagrire quando ormai è già maggio (ahi ahi), ma anche perché, com’è logico, dover iniziare una dieta è ancora più duro se ci accorgiamo che i primi risultati positivi tardano a manifestarsi. Ovviamente, avere aspettative troppo rigide e severe non ci aiuta, né dal punto di vista psicologico né da quello fisico, perché pensare di riuscire a perdere 10 kg in una settimana è irrealistico, frustrante quando non avviene, e soprattutto anche pericoloso per la nostra salute: c’è bisogno di equilibrio e pazienza, nonché, prima di tutto, del parere di un esperto qualificato, per iniziare una dieta equilibrata, sana, e che ci porti all’obiettivo nel migliore dei modi. Anche così, però, le possibilità di commettere qualche errore sono alte, e così lo è anche il rischio di vedere il nostro sacrificio diventare vano. Vediamo quali sono i più frequenti.

Errori dieta: motivate al massimo

Per iniziare, direi di parlare della componente “motivazionale”: quando iniziamo una dieta è meglio farlo sapere alle persone che ci vogliono bene, sia perché ci aiuteranno a motivarci, sia perché rivelare un nostro obiettivo a persone a cui teniamo ci aiuta ad aumentare il desiderio di realizzarlo. Inoltre, una dieta equilibrata va sempre accompagnata da un po’ di attività fisica, e svolgerla in compagnia ci permetterà sicuramente di godercela meglio e di affrontarla col sorriso. Le persone che ci circondano, inoltre, possono anche aiutarci agendo come dei “promemoria viventi”: in particolare, potremmo chiedere loro di ricordarci di bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, un elemento spesso trascurato ma che aiuta a smaltire le scorie del metabolismo, favorendone il funzionamento; aiuta a ridurre la ritenzione idrica e quindi a combattere la cellulite; inoltre, bere un bicchiere prima dei pasti riduce il senso di fame e aiuta a vivere il pasto senza ingordigia.

Errori dieta: resistenza alla tentazione

Per riuscire a non gettarci sul nostro pranzo o la nostra cena con la furia di chi non mangia da giorni, inoltre, è bene ricordarsi sempre di fare colazione (il pasto più importante della giornata!) e di inserire uno spuntino a metà mattina e uno a metà pomeriggio. Questo passaggio è fondamentale per il funzionamento del metabolismo: esso infatti rallenta quando c’è poco cibo, perché il nostro corpo inizia ad accumulare “provviste” per i momenti difficili, quindi se mangiamo troppo poco rischiamo di cominciare a bruciare pochissime calorie per ogni pasto! Meglio allora evitare cambiamenti troppo drastici nelle quantità, evitare di sostituire un pasto completo con della frutta o un’insalata (che non garantiscono l’apporto dei nutrienti necessari, e inoltre non saziano), e preferire un’alternanza di tre pasti leggeri e due spuntini ogni giorno, ovviamente intendendo con “spuntini” degli snack sani come un frutto, una barretta ai cereali o un piccolo panino. Un altro eccesso nel quale, sbagliando, si tende a cadere, è quello di eliminare completamente zuccheri e grassi dalla nostra dieta: in realtà sono sostanze importantissime per il funzionamento delle membrane cellulari, e quando vengono a mancare i loro apporti sono sostituiti da quelli delle proteine, così che con il tempo si va a perdere soltanto la massa magra! Meglio allora limitare ma non cancellare del tutto gli zuccheri e i grassi dalla nostra tavola, facendo attenzione ad assumerli solo da alimenti come il pesce, l’olio d’oliva, i cereali e la frutta.

CONDIVIDI