Sicuramente il primo mezzo a cui pensiamo, quando si tratta di esaltare i nostri lineamenti e di mascherare i piccoli difetti del nostro viso, è il make up. Ma in realtà non dobbiamo sottovalutare le potenzialità che hanno i nostri capelli: la forma che assumono grazie al taglio, infatti, può aiutare a riequilibrare e regolare le parti più spigolose e rotonde, nonché a dare il giusto risalto alle proporzioni del nostro viso. Perciò, quando sentiamo il bisogno di cambiare pettinatura, dobbiamo prima di tutto valutare la forma del nostro viso, per scegliere il taglio di capelli giusto che meglio saprà esaltarne i pregi e mascherarne i difetti.

Taglio di capelli giusto per il viso ovale

Ad esempio il viso ovale, considerato “perfetto”, ha un aspetto molto regolare, quindi ci permette di sperimentare anche le idee più pazze ed originali; l’ideale, però, sarebbe scegliere un taglio scalato, e una acconciatura ad onde, che incornicino il viso senza coprire i lineamenti. Da evitare invece i tagli troppo corti e spigolosi, perché darebbero l’impressione di un viso largo.

Taglio di capelli giusto per il viso magro

Tutto il contrario invece per chi ha un viso molto magro: bisogna creare volume ai lati, e quindi si dovrebbero scegliere tagli come il caschetto al mento, magari mantenendoli ben vaporosi per ammorbidire le spigolosità. Per dare più equilibrio alle proporzioni troppo allungate, inoltre, bisogna valutare l’ipotesi di farsi la frangia, e soprattutto di sceglierne una lunga fino alle sopracciglia, per “accorciare” otticamente il viso.

Taglio di capelli giusto per il viso tondo

Se invece il viso è tondo, e magari lo trovate anche eccessivamente paffuto, potrete chiedere alla vostra chioma di creare una sorta di “effetto contouring”, otticamente snellente, con un taglio che crei molto volume alle radici e che sia scalato sulle lunghezze, per non appesantire la zona centrale della faccia: evitiamo perciò i caschetti lunghi fino al mento, che tendono proprio ad evidenziare il difetto che stiamo cercando di mascherare! Un’altra caratteristica da evitare sono i tagli troppo ben definiti, perché si deve cercare di dare verticalità al volto e in questo sono più d’aiuto le frange un po’ disordinate e i ciuffi irregolari delle scalature.

Taglio di capelli giusto per il viso quadrato

Le scalature e gli effetti finto spettinati sono anche di aiuto a chi ha un viso quadrato e desidera ammorbidire le spigolature e le durezze del volto, nonché coprirne le parti laterali. Il segreto è evitare i tagli troppo bizzarri e drammatici e decidere invece di dare movimento con onde, ricci e soprattutto ciocche lasciate libere, soprattutto se arrivano più in basso del mento. Un altro alleato prezioso può essere il ciuffo laterale, in quanto aiuta a ridurre otticamente le dimensioni della fronte e della linea della mascella.

Taglio di capelli giusto per il viso a cuore

Il viso a cuore, con i suoi volumi così peculiari, deve invece cercare di riempire la zona del volto vicina al mento, che essendo appuntito si allontana troppo dal canone “perfetto” della forma ovale, e rischia di dare troppo risalto ad una fronte che di solito ha proporzioni importanti. Per questo il taglio perfetto arriva almeno alle spalle, ma anche più in basso, ed è molto voluminoso ed ondulato negli andamenti. Per correggere invece una fronte troppo larga, bisognerà pensare a una frangia sottile e ad acconciature semi raccolte, magari orientate su uno dei lati per dare movimento e brio all’insieme.

 

CONDIVIDI