Pennello o piumino, cosa scegliere – Nel mondo del make up spesso sorgono molti dubbi sulle tecniche, sulle modalità, sui prodotti o sull’attrezzatura da utilizzare proprio perché godiamo di una vasta scelta grazie a un mercato sempre più grande che ci permette di poter scegliere cosa vogliamo utilizzare per la realizzazione del nostro make up giornaliero.
Uno dei dubbi, tra i tanti che si vanno a creare, riguarda senza dubbio l’applicazione della cipria, o meglio: cosa utilizzare per applicare la cipria.
Ci sono i sostenitori del pennello, ma dall’altra parte ci sono i sostenitori del piumino.
Innanzitutto, ciò che bisogna fare è conoscere le differenze tra il pennello e il piumino per capire verso che direzione andare.
Guardiamole insieme!

Pennello o piumino: il pennello per applicare la cipria…

Ci sono due tipi di pennello che di solito vengono consigliati tra gli altri, nonostante non siano gli unici adatti.
Sono il pennello tondo e morbido e il pennello tondo e fitto.
Il primo, quello tondo e morbido, rappresenta la forma più conosciuta e classica per l’applicazione della cipria. Grazie a questo tipo di pennello è possibile applicare il prodotto con movimenti circolari senza creare troppa pressione e in modo molto omogeneo.
Il secondo, quello tondo e fitto, si utilizza in modo un po’ diverso. Proprio perché ha le setole più fitte, non si applicherà il prodotto in modo circolare sul viso, ma si utilizzerà la tecnica del “picchiettamento” sul viso.
Tra questi due casi la scelta è strettamente personale, a seconda della comodità e della soggettività.

Pennello o piumino: il piumino per applicare la cipria…

Il piumino si utilizza solitamente per applicare la cipria quando l’intento è quello di ottenere maggiore coprenza.
La differenza con il pennello, è che il piumino ha una superficie totalmente diversa e rende la stesura molto più omogenea. Esistono vari tipi di piumini, ma sicuramente quelli più consigliati sono quelli in tessuto, che sia in tessuto o in velluto è indifferente, perché rendono la stesura molto più efficace senza intrappolare troppo il prodotto. La spugnetta in lattice, invece, tende ad assorbire la cipria senza però distribuirla completamente e correttamente su tutto il viso.

Ma quale è meglio utilizzare per la stesura della cipria? Pennello o piumino?

Come in molti casi, non c’è una soluzione oggettiva a questa domanda.
Molto spesso siamo noi che dobbiamo capire con cosa ci troviamo meglio, e in questo caso c’è chi si trova a proprio agio con il pennello e chi con il piumino.
Probabilmente per chi non ha problemi di pelle grassa e ha bisogno di un make up da giorno molto naturale, andrà molto bene la stesura con un pennello piatto picchiettando sulle zone più indicate come ad esempio il naso, la fronte, le guance e il mento.
Se invece ci si ritrova davanti a un tipo di pelle grassa e l’effetto che si vuole ottenere è quello di una coprenza molto duratura e omogenea, probabilmente ciò che bisognerà utilizzare è il piumino in modo da tamponare su tutto il viso il prodotto in modo molto omogeneo, ottenendo un effetto quasi da “porcellana”.

CONDIVIDI