Ogni volta in cui realizziamo un make up, e conosciamo bene tutte le piccole regole che sarebbe bene seguire per poterlo realizzare al meglio, siamo sicuramente più sicuri e abbiamo meno possibilità di fare disastri. Il più delle volte, però, ci affidiamo un po’ all’istinto perché non si ha la certezza di ciò che bisognerebbe fare.
Parliamo dei casi in cui non conosciamo i prodotti giusti per determinati tipi di pelle, i tipi di pennelli da utilizzare, ma anche e soprattutto dei casi in cui non conosciamo le regole che riguardano i passaggi attraverso cui applicare i vari prodotti. In sintesi: a volte non sappiamo se applicare prima il fondotinta o l’ombretto, se il mascara o la matita, se la cipria o l’eye liner.
La domanda specifica potrebbe essere una: quando dobbiamo truccare occhi e viso, quale parte del viso prima?

Truccare occhi e viso, prima gli occhi e poi il viso

La risposta precisa e universale non c’è, ma sicuramente dei passaggi logici a livello tecnico a cui si potrebbe dar retta sì.
Insomma, ognuno fondamentalmente può truccarsi come vuole, e per un make up da tutti i giorni questa teoria non avrà riscontri negativi perché per un make up leggero non farà troppa differenza truccare prima il viso e poi gli occhi o viceversa, soprattutto se noi stessi non diamo troppo peso al risultato che ci serve soltanto per non uscire completamente struccati.
Nel momento in cui vogliamo realizzare un trucco importante, invece, per evitare il fall out è indicato truccare prima gli occhi e poi il viso.
Vediamo insieme i motivi!

Truccare occhi e viso, precedenza agli occhi: perché?

Come già detto, fondamentalmente l’ordine di questi passaggi è prettamente soggettivo, ma è innegabile che sia più convenevole pensare prima agli occhi e poi al viso.
Questo succede perché potremmo avere voglia di realizzare un trucco importante come ad esempio uno smokey eyes, ovvero un tipo di trucco che gioca con i chiaro scuri e con le varie sfumature rende lo sguardo più penetrante. In questo caso il rischio che si corre è quello di fare fall out, cioè di far cadere la polvere degli ombretti sul viso. Capita spesso, ma altrettanto spesso non ci facciamo troppo caso.
Truccando prima il viso, la polvere andrà in qualche modo ad aderire alla pelle e poi rimuovere gli eccessi sarà complicato. Una volta fatta la base, infatti, poi pulire diventa faticoso perché c’è il rischio di rovinare tutto il lavoro svolto.

Al contrario, realizzando prima un trucco occhi, si avrà la possibilità di pulire per bene il viso dai vari eccessi di prodotto che a volte portiamo sulla pelle anche dalle nostre stesse dita, per poi realizzare la base su una pelle totalmente perfetta.
In questo modo si eviterà il doppio della fatica e si potrà avere un make up omogeneo senza sbavature e piccoli difetti.

Quindi, alla fine dei conti, non è obbligatorio realizzare prima il trucco sugli occhi, ma è sicuramente consigliato per un make up più accurato e più veloce anche da realizzare.

CONDIVIDI