Scelta del solare, diverse possibilità – La pelle è l’organo più esteso del nostro corpo, e costituisce la prima, fondamentale barriera di difesa che protegge il nostro organismo dall’ambiente circostante. Per questi motivi, la pelle è continuamente sottoposta a sollecitazioni chimiche e fisiche. Tra queste, una delle più importanti è rappresentata dall’azione dei raggi solari; questi sono importanti per il benessere del nostro organismo, perché lo aiutano ad elaborare la vitamina D, che è fondamentale per la salute delle ossa, dei muscoli e del sistema immunitario. Ma se esponiamo la nostra pelle in modo scorretto ai raggi solari, essi possono portarla a diventare disidratata e ad arrossarsi, e in caso di esposizioni prolungate senza le giuste cautele la pelle può anche arrivare ad ammalarsi molto gravemente.

Scelta del solare: prodotti resistenti all’acqua

Per questo è importante proteggere la pelle durante tutto l’anno, ma soprattutto nel corso dei mesi estivi, quando i raggi solari sono più intensi e noi tendiamo a scoprire di più la pelle per affrontare le giornate più calde ed afose. Soprattutto quando si va al mare, poi, bisogna sempre, tassativamente, applicare sulla pelle un fattore di protezione solare (in inglese SPF, Solar Protection Factor). I dermatologi e gli esperti raccomandano di applicare la crema circa una ventina di minuti prima dell’effettiva esposizione, perché così la pelle farà in tempo ad assorbire il prodotto e sarà pronta per essere esposta ai raggi del sole; inoltre bisogna ripetere l’applicazione almeno ogni due ore, e anche ogni volta che ci si fa la doccia o il bagno, perché anche se il prodotto che abbiamo applicato risulta essere “water resistant” in realtà dopo l’immersione in acqua il fattore di protezione solare tende ad essere meno efficace.

Scelta del solare: di che fototipo sei?

La scelta di una crema deve essere effettuata soprattutto tenendo presente il fototipo al quale appartiene la nostra pelle, ossia dalle caratteristiche specifiche della nostra pelle in rapporto alla quantità di raggi solari a cui può essere esposta senza subire danno. I fototipi esistenti sono sei, e vanno dalle pelli chiarissime tipiche di chi ha i capelli biondi o rossi alle pelli molto scure, caratteristiche di chi ha i capelli neri, che tendono ad essere anche le meno sensibili. Sulla base del proprio fototipo di appartenenza si sceglierà se indossare una protezione 50+ (la più alta in commercio), oppure una meno alta, in modo da scegliere la protezione più adatta alle esigenze specifiche della nostra pelle.

Scelta del solare: a cosa servono latte, mousse e spray

Quanto al tipo di formulazione della protezione solare, la scelta tra latte, mousse o spray implica ovviamente una consistenza diversa: il latte è più liquido, la mousse è più soffice e cremosa, lo spray è più impalpabile. Tutto dipende esclusivamente dalle nostre preferenze personali in fatto di profumazione, assorbimento e sensazione sulla pelle. L’unica formulazione che richiede qualche accortezza in più è quella spray, che sconsigliamo di spruzzare direttamente sul viso e che andrebbe sempre applicata all’aperto, e facendo attenzione alla direzione del vento. Le creme come il latte e la mousse sono più indicate per la pelle del viso, e in generale aiutano a procurare un effetto nutriente sulle pelli più secche. Gli spray, per parte loro, sono veloci da applicare e quindi ideali per la protezione solare dei bambini.

CONDIVIDI