Arriva l’estate e con lei i giorni di sole e la necessità quasi irresistibile di abbronzarsi un po’ e assumere quel colorito dorato in grado di darci un aspetto immediatamente più sano e ammaliante. Il problema è però che non tutte noi possono – purtroppo! – andare in spiaggia tutti i giorni già dall’inizio di giugno: se però non possiamo fare a meno di scurire almeno un po’ la nostra carnagione, come sempre il make up può venire in nostro aiuto e donarci un viso ben colorato, anche prima dell’inizio ufficiale delle vacanze estive. Per farlo, esistono diverse tecniche make up viso che prevedono un uso specifico di prodotti come il bronzer (anche detto “terra” per il suo colorito marroncino), l’illuminante e il blush, esattamente come il celebre contouring; solo che mentre il contouring serve a scolpire il volto, in questo caso i prodotti andranno applicati in modo diverso, meno definito, per dargli il colorito che preferiamo. Scopriamo insieme queste tre tecniche per un make up estivo impeccabile!

Tecniche make up viso: il bronzing

Questa tecnica di make up vuole donare vitalità alla nostra pelle diffondendo un colorito caldo su tutto il viso. Il blush andrà applicato sempre al centro delle gote, in modo da dar loro quell’aspetto sano e genuino così ambito (ma attente a sfumare con attenzione, per non ritrovarvi in faccia i pomelli rossi in stile Heidi!). L’illuminante andrà applicato sulla parte più alta degli zigomi, sull’arco di cupido e sul dorso del naso (ma quest’ultimo passaggio è da evitare se avete il naso a patata o comunque molto grande, perché l’attenzione si andrà a concentrare proprio in quel punto). Il bronzer, protagonista assoluto della tecnica, andrà invece sfumato con un pennello a setole ampie (quindi senza creare troppa definizione) al centro della fronte, sulle guance e sul perimetro del volto, stando attente a non creare stacchi di colore troppo netti e innaturali.

Tecniche make up viso: il sunkissing

Il nome della tecnica richiama un modo di dire che si usa anche in Italia, quando si parla di “pelle baciata dal sole”. L’idea è quella di realizzare un make up modulabile e non troppo marcato, e che riesca però ugualmente a farci sembrare appena tornate da una bella settimana di mare anche se siamo chiuse in ufficio da mesi! Per farlo c’è bisogno dell’apporto fondamentale della terra, ovviamente, ma non bisogna dimenticare l’importanza di un buon fondotinta in grado di dare alla pelle una leggera sfumatura dorata. Una volta steso il fondotinta, basterà applicare la terra nell’incavo creato dagli zigomi e nello spazio che si trova tra la fronte e la fine delle sopracciglia, per creare un effetto sunkissed che dia profondità al viso. Ultimo step è l’applicazione di un illuminante, anch’esso dal sottotono ambrato, per dare risalto alle gote e all’arcata sopracciliare.

Tecniche make up viso: il draping

È una tecnica che riprende tendenze di moda negli anni ’80, e che mira a ridefinire i volumi del viso usando non la classica combinazione di terra ed illuminante, bensì il solo blush: il concetto alla base è che per scolpire il volto non si deve necessariamente giocare con le luci e le ombre, ma si può lavorare anche solo sul colore, sfruttando la mescolanza di tonalità cromatiche intense. La tecnica consiste nell’applicare il blush sull’osso zigomatico disegnando una sorta di C con i bracci rivolti verso l’interno del viso; per dare un effetto tridimensionale più intenso, il consiglio è quello di usare due blush di una tinta simile, uno più scuro e uno più chiaro. L’effetto finale sarà quello di un bel paio di guance “arrossite”, che riusciranno subito a comunicare l’idea di una pelle sana e fresca.

CONDIVIDI