La gonna a campana (detta anche a ruota) è sicuramente una delle grandi protagoniste della bella stagione, perché permette di unire il fascino tipico di un look un po’ vintage con la freschezza propria di un capo che tocca la nostra pelle solo nel punto vita, rimanendo per il resto leggero e svolazzante. Soprattutto i modelli a vita alta, poi, ricordano l’allure delle dive e delle pin up degli anni ’50 e sono perfette per risultare sempre femminili e molto chic. Quello della gonna a campana, poi, è un modello che ha il vantaggio di stare bene un po’ a tutte: pensato prevalentemente per le donne con il fisico a pera (vita stretta, fianchi larghi e seno abbondante), in realtà con i giusti accorgimenti può donare anche ad una figura più esile; le donne curvy, poi, sono perfette per questo modello che nasconde i punti critici e mette in risalto le curve. Vediamo insieme quali sono i migliori abbinamenti possibili con questo capo dal fascino immortale!

Gonna a campana: il punto vita

Il protagonista assoluto del look, con una gonna a campana, diventa il punto vita, che può anche essere evidenziato da una fusciacca colorata o da una bella cintura importante in caso il vostro corpo non abbia uno stacco netto tra il punto vita e i fianchi. Per creare un abbinamento armonico, allora, è necessario indossare camicie, bluse o maglie dentro la gonna, magari lasciandole leggermente larghe per dare maggior volume. Altrimenti, se non vi sembra di osare troppo e se l’occasione è informale, potreste abbinare la gonna a campana con un crop top, di quelli che lasciano un filo di pancia scoperto: con il fatto che la gonna a campana è sempre a vita piuttosto alta, non rischierete mai di risultare volgari lasciando troppa pancia scoperta!

Una camicia di taglio maschile e un bel blazer dalle linee nette, se abbinate ad una gonna a campana dalla fantasia vivace, daranno al vostro look da ufficio un tono unico e molto chic, con quel mix di elementi iper femminili e più maschili che di certo vorranno copiare da voi.

Se la indossate di sera, o in una giornata più fresca, l’idea in più è quella di abbinarla ad un paio di collant neri velati, con la cucitura sul retro, che richiama ancor di più l’atmosfera degli anni ’50 e dà al look un aspetto al tempo stesso bon ton e sensuale.

Gonna a campana e scarpe

Rimanendo in tema gambe, passiamo a parlare di scarpe: sicuramente la gonna a campana è un modello un po’ vintage, quindi altrettanto vintage dovranno essere le calzature che abbineremo. In particolare vanno scelte scarpe in vernice, dai colori vinilici, oppure in generale scarpe dal tacco largo (sconsigliato invece l’abbinamento con i tacchi a spillo o a stiletto), come ad esempio dei sandali bon ton o un paio di francesine allacciate. Un tocco originale può essere dato da una scarpa di tipo maschile, come il modello oxford, mentre invece se non si vuole sbagliare si può puntare sulla classica ballerina. Le più ragazzine (e non parliamo necessariamente di età anagrafica!) potranno invece dare una ventata di freschezza al look abbinando la gonna a campana con un paio di scarpette da tennis in tela.

CONDIVIDI