Conservare trucchi, ecco le migliori abitudini! – La nostra collezione di make up cresce di anno in anno e per noi è fondamentale che tutti i prodotti che essa comprende siano conservati al meglio: infatti non possiamo – ovviamente – truccarci ogni giorno con tutti i prodotti in nostro possesso, e quindi i nostri rossetti, le nostre matite e tutti gli altri prodotti possono arrivare a durare anche per moltissimo tempo. Tutto sta nel conservarli correttamente, in modo che i soldi che spendiamo per i nostri trucchi non vadano buttati e che gli investimenti piccoli e grandi che facciamo ci rendano sempre la possibilità di usare a lungo i nostri trucchi.

Conservare trucchi: occhio alla scadenza

Proprio questo è il primo punto da tenere a mente per la corretta conservazione dei nostri trucchi: la data di scadenza. Specie se non ci trucchiamo spesso, o se abbiamo così tanti rossetti e ombretti da aver ormai perso il conto, i prodotti di make up impiegheranno anni a finire. Ma c’è il rischio concreto che questi prodotti scadano, ed è molto pericoloso usare prodotti per il viso scaduti: pruriti e fastidi di ogni genere sono i danni meno gravi che possiamo provocarci, fino ad arrivare a sensibilizzare la nostra pelle e a causarci infezioni più o meno gravi. È bene allora tenere sempre presente la data di scadenza dei nostri trucchi – che ovviamente indica il periodo di tempo entro cui usare il prodotto, ma solo dal momento della sua prima apertura: perciò se ci capita di acquistare nel giro di poco tempo due prodotti simili, ad esempio due mascara, consigliamo di usarne solo uno per volta, in modo che il secondo prodotto venga aperto più tardi e dunque scada più tardi.

Ovviamente le date di scadenza non sono uguali per tutti i prodotti: quelli liquidi o in crema tendono ad avere una durata inferiore a quelli in polvere, sia per via della loro composizione sia perché i primi attirano i batteri più facilmente dei secondi. I mascara sono i trucchi dalla vita più breve, seguiti da gloss, fondotinta liquidi, rossetti; i più longevi sono gli ombretti ed i fondotinta in cialda e in polvere libera.

Conservare trucchi: affidarsi alle proprie “sensazioni”

Bisogna comunque usare anche il buon senso, e soprattutto la vista e l’olfatto: un prodotto scaduto da qualche mese, se si presenta ancora intatto e non ha cambiato colore, consistenza o odore, probabilmente è ancora buono e possiamo usarlo; se invece il prodotto, pur non essendo formalmente scaduto, si è alterato, è meglio buttarlo via senza pensarci due volte. Per sicurezza, consigliamo di provare i prodotti su cui siamo in dubbio su una piccola porzione di pelle, per poi verificare se avvengono reazioni strane o fastidiose.

Conservare trucchi: conta il come

La data di scadenza che viene riportata su tutte le confezioni, però, si riferisce alla durata del prodotto che venga conservato in modo ottimale: dobbiamo perciò fare attenzione non solo a quanto tempo conserviamo il prodotto, ma anche a come lo conserviamo. Il make up infatti non dovrebbe mai essere esposto a fonti dirette di luce e di calore, pertanto è meglio conservare i nostri prodotti dentro cassetti o armadietti, e in generale evitare di portarli con noi in borsa, specialmente nei giorni più caldi. In particolare i rossetti potrebbero soffrire l’estate e diventare molli: valutate allora l’ipotesi di tenerli una mezz’ora in frigo prima di applicarli, per evitare di sporcarvi il viso quando li applicate; ma in generale il make up non dovrebbe mai essere conservato in frigo, a meno che la casa di produzione non consigli espressamente di farlo. Un altro nemico dei trucchi è l’aria: i contenitori dei nostri prodotti vanno sempre richiusi correttamente, per evitare che si alterino o che diventino terreno di coltura di batteri pericolosi. Sempre per evitare la proliferazione dei batteri e la trasmissione di fastidi più o meno gravi, un’altra cosa da evitare assolutamente è l’uso promiscuo del make up: i vostri trucchi dovrebbero essere personali e non andrebbero mai condivisi con altre persone.

CONDIVIDI