Ogni giorno nel mondo del make up si scoprono novità e mode originalissime che ci portano a incuriosirci verso tecniche e prodotti sempre diversi. Ma a volte, più di rado, capita che torni di moda (o diventi una moda) una tecnica o un prodotto che noi, inconsapevolmente, usavamo già da tanto tempo. Probabilmente in questa casistica rientra il cosiddetto “halo eye make up”, il trucco occhi “ad alone” che da qualche tempo impazza su Instagram. Questa tecnica, infatti, non è una invenzione recente ma piuttosto una tecnica abbastanza diffusa, una sorta di variante del famosissimo smokey eyes, che solo di recente ha preso questo nuovo nome e si è guadagnato una gran fama: il concetto di base per realizzare questo make up occhi infatti è quello di creare un bel punto luce sulla palpebra. Niente di nuovo, no? Vediamo più nel dettaglio i segreti dell’halo make up!

Halo Make Up: trucco da giorno e sera

L’idea di creare un punto luce è la base di questo make up, nonché il motivo per cui un altro nome della tecnica è “spotlight make up” (appunto, “trucco occhi con il punto luce”). Di solito il punto luce viene creato al centro della palpebra, cosa che lo rende perfetto per le ragazze con gli occhi piccoli e/o vicini, oppure per quelle con gli occhi un po’ infossati, perché schiarire un punto centrale della palpebra aiuta gli occhi a sembrare più grandi e profondi; ma in realtà il risultato finale è abbastanza versatile da stare bene a tutte, perché dona uno sguardo aperto e sul quale si concentra l’attenzione, ma che non risulta mai eccessivo. Per questo, la tecnica può essere usata sia per il trucco da giorno che per quello da sera: basta solo scegliere con accortezza i colori, e optare per le nuance più chiare e pastello per il giorno, lasciando invece i colori più intensi al trucco da sera.

Halo Make Up: si inizia da…

Per realizzare al meglio l’halo make up sui vostri occhi, la prima cosa è sicuramente la stesura di un buon primer, che aiuti i colori a durare di più e ad essere più vibranti ed intensi. Per il resto, non occorreranno altro che due ombretti dalle tonalità bene abbinate e i vostri pennelli preferiti per applicarli. Prendete per primo il colore più scuro e applicatelo sulla palpebra mobile, fermandovi però alla piega dell’occhio. A questo punto sfumate per bene il colore diffondendolo tutto intorno con l’aiuto di un pennello da sfumatura, pulito per creare una sfumatura delicata, o impregnato di un colore scuro per rimarcare la piega palpebrale e dare più risalto all’occhio. Applicate poi lo stesso ombretto anche sulla rima inferiore, aiutandovi solo con la parte finale del pennello visto che la zona è più piccola e bisogna essere più precisi.

Halo Make Up: gli ultimi passi

A questo punto, è il momento del colore più chiaro: con un pennello a setole piatte, o con i polpastrelli se vi sentite sicure, applicate il colore chiaro e luminoso al centro della palpebra, pressando per bene (ma sempre con cautela) perché i pigmenti sfavillino al meglio. Dopodiché, eseguite lo stesso passaggio anche al centro della rima ciliare inferiore. Infine, sfumate con un pennello apposito per evitare stacchi di colore troppo netti tra le due tonalità, e completate il look occhi con l’eyeliner ed il mascara che preferite – e, per un trucco da sera, valutate anche l’opzione delle ciglia finte.

In pochi passaggi, il vostro halo make up sarà pronto e perfetto per ogni occasione.

CONDIVIDI