Sfumare ombretto nero, attenzione all’eccessiva applicazione – L’ombretto nero è uno dei prodotti più importanti della nostra collezione di make up, ma è anche uno dei più difficili da usare: essendo il colore più scuro ed intenso, infatti, tende a mettere in evidenza il minimo errore di applicazione, e se nell’indossarlo ci facciamo prendere la mano e ne applichiamo troppo rischiamo in un attimo di trasformare un trucco occhi intenso e di classe in una macchia scura che rimpicciolisce l’occhio e rovina tutto il make up.

Sfumare ombretto nero: cosa fare e cosa non fare

Bisogna quindi fare attenzione ad ogni cosa quando si tratta dell’ombretto nero: dal tipo di prodotto che stiamo usando ai pennelli e alle tecniche che utilizziamo per applicarlo. Gli ombretti in cialda, infatti, possono essere molto polverosi e causare un fall out molto fastidioso, specie se contengono pagliuzze glitterate al loro interno, perché queste ultime tendono a cadere dalla palpebra e a finire sul viso con grande facilità; gli ombretti liquidi e quelli in crema, invece, vanno usati solo se si è molto pratiche, perché una volta applicati si asciugano in fretta e sono quindi difficili da sfumare. Anche i pennelli sono importanti nell’applicazione dell’ombretto nero: quelli da sfumatura ovviamente sono perfetti per un effetto diffuso e modulabile a nostro piacimento, ma potrebbero spargere il prodotto in modo troppo ampio; meglio allora provare a usare un pennello a penna, per un’applicazione forse più laboriosa ma sicuramente più precisa, e solo in un secondo momento passare al pennello da sfumatura.

Sfumare ombretto nero su tutta la palpebra

Se desiderate applicare il vostro ombretto nero su tutta la palpebra, consigliamo sempre l’uso di un primer apposito, in modo da evitare il più possibile il fall out e da garantire al prodotto la durata e la scrivenza migliori possibili; fate però attenzione e aspettate che il primer sia ben asciutto, perché stendere l’ombretto nero sul primer ancora bagnato vi porterà a creare delle macchie difficilissime da sfumare. Se non riuscite a creare una sfumatura gradevole tra la palpebra completamente colorata di nero e la zona circostante, aiutatevi con un ombretto di un color marroncino neutro per la sfumatura, in modo da non creare stacchi troppo violenti di colore; se invece l’idea del marrone non vi piace, usate un pennello da sfumatura rigorosamente pulito per completare la transizione del colore e sfumare l’ombretto in maniera accurata. L’importante, quando l’ombretto nero è il protagonista della vostra palpebra, è stare attente a dove volete portare la sfumatura: se arriverà troppo vicina al sopracciglio, infatti, rischierete di rimpicciolire i vostri occhi e di ottenere un effetto molto, troppo intenso; meglio allora far partire la sfumatura già dalla metà della palpebra mobile, per non rischiare di sbagliare!

Sfumare ombretto nero all’esterno dell’occhio

Se invece volete che l’ombretto nero sia collocato solo all’esterno dell’occhio, per dare più definizione, seguite questo procedimento: usate un pennellino a penna, più preciso ma comunque abbastanza morbido, per applicare l’ombretto nella parte finale della rima ciliare, all’angolo esterno dell’occhio e, per un make up ancora più mozzafiato, lungo la piega palpebrale. Aiutatevi poi con un pennello da sfumatura per rendere meno nette le linee e diffondere il colore con cura. Applicate poi un colore più chiaro, sui toni del nude, sulla porzione di palpebra mobile dove non avete steso il nero, sfumate con cura il passaggio da un colore ad un altro e, dopo aver dato definizione alla rima ciliare inferiore con una matita nera applicate un abbondante strato di mascara sulle ciglia. Così il vostro make up occhi sarà semplice e d’effetto, e l’ombretto nero sarà protagonista incontrastato del vostro look!

CONDIVIDI